ViviCinema: ” The Wrestler” con un Mickey Rourke da Oscar

di un club, pure lei non più nel verde degli anni e di riallacciare i rapporti con la praticamente misconosciuta figlia Stephanie (Evan Rachel Wood).

Premiato con il Leone d'Oro a Venezia lo scorso Settembre, l'opera di Darren Aronofsky è un doloroso affresco di un uomo solitario sul viale del tramonto, che per la passione (ma forse più per la gloria) nei confronti di uno sport (ma forse più di un'arte), ha dato alle fiamme e lasciato bruciare ciò che lo circondava, a partire dagli essenziali rapporti umani con le persone care, finendo per  ‘ deturpare' sé stesso. I soli amici che "The Ram" si ritrova a inizio film non sono altro che compagni di capriole che, per quanto affezionategli, lo vedono più che altro come un'icona, un oggetto di culto, di un'altra dimensione rispetto alla loro. Poco importa al nostro eroe, che può sopravvivere anche solo col calore umano di una folla di trenta persone che grida il suo nome, come ammetterà lui stesso infine. Partendo da una sceneggiatura sicuramente non originalissima (quanti film sulla boxe si ritrovano con una trama simile a questa?), Aronofsky prima fa un po' di luce sui retroscena di uno sport troppo spesso facilmente bollato come fiction, poi crea la giusta atmosfera da "quando le luci si spengono", infine leviga i personaggi del suo film creando dei soggetti tanto sciagurati quanto credibili. Il risultato finale risponde alla domanda: ma che fine ha fatto quel popolare Signor X? Pur con toni assai pessimisti, questa risposta è una risposta per diversi casi valida. "The Wrestler" è ovviamente il film di Rourke: la parte principale gli sta cucita addosso sia dal punto di vista personale che dal punto di vista estetico (da ricordare che negli anni di declino artistico Rourke si era cimentato professionalmente nella nobile arte). La sua commovente interpretazione non è forse riuscita a fruttargli l'Oscar, ma Randy "The Ram" sarà certamente ricordato per anni dai cinefili. Bravissima anche Marisa Tomei, specchio al femminile del protagonista. Colonna sonora tutta hard-rock " Eighties", con in coda struggente ballat  acustica di Bruce Springsteen.

Aranofsky ci sbatte in faccia la scelta fra due modelli: bruciare di gettito, come Randy e i ragazzi di "Requiem for a dream", o spegnersi lentamente? E Randy, fa veramente la fine del perdente, rinunciando a lottare per una vita comune e gettandosi in tuffo nelle braccia dell'inevitabile? A voi l'ardua sentenza.

VOTO: 7,5

 

 

THE WRESTLER

Regia: Darren Aronofsky

Sceneggiatura: Robert D. Siegel

Attori: Mickey Rourke, Marisa Tomei, Evan Rachel Wood, Judah Friedlander, Giovanni Roselli, Todd Barry, Ernest Miller, Gregg Bello, Ron Killings, Wass M. Stevens, Elizabeth Wood, Dylan Keith Summers, Mike Miller, Tom Faria, Andrea Langi Ruoli ed Interpreti

Fotografia: Maryse Alberti

Montaggio: Andrew Weisblum

Produzione: Protozoa Pictures, Saturn Films

Distribuzione: Lucky Red

Paese: USA 2008

Uscita Cinema: 06/03/2009

Genere: Azione, Drammatico

Durata: 105 Min

 

Suggeriti

Informazioni sull' Autore Giacomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *