Vivicinema: ” Avatar”, il senso di Cameron per il cinema


avatar.jpg..
a cura di Davide Bertoli

Corre l' anno 2154, quando l'ex marine, Jake Sully si risveglia dopo 5 anni d'ibernazione o per usare lo slang del film, di "criosonno". Costretto a vivere su una sedia a rotelle a causa di un passato incidente di guerra in Venezuela, all'ex soldato viene data… n
 

a seconda occasione: pilotare un Avatar sul pianeta Pandora. Gli Avatar, per inciso, sono ibridi creati in laboratorio grazie alla mescolanza tra genomi umani e genomi Na'Vi, popolazione indigena del pianeta. L'atmosfera di Pandora, invivibile per un essere umano in mancanza di maschere che forniscono aria, rende necessario l'uso di un Avatar (che ha caratteristiche e sembianze Na'Vi) tramite un processo di pilotaggio a distanza chiamato "link". Pur essendo un' unica spedizione umanoide sul pianeta, gli obiettivi dei vari membri si rivelano contrastanti. La dottoresa Grace ed i suoi scienziati, con lo scopo di studiare e imparare la cultura aliena di Pandora, saranno costretti a scontrarsi con il Colonnello Miles Quaritc, inviato su Pandora per conquistare in tutti i modi il territorio dei Na'Vi, vero e proprio giacimento di un materiale d'inestimabile valore. In mezzo a questi due fuochi, si snoderà l'avventura, generosa per emozioni e colpi di scena e ancora talvolta in solitaria, dell'ex marine.

 

Tutti lo vogliono vedere, nessuno vorrebbe ritrovarsi dentro lo schermo. Il talento di James Cameron si riconferma ancora una volta e sceglie il 3D per dimostrarlo al grande pubblico. Pandora è un mondo a parte, un meraviglioso incubo primitivo: le piante luminescenti ammaliano quanto le creature, nascoste in mezzo alla fitta vegetazione, si rivelano essere sempre una più pericolosa dell'altra. Degno di nota l'inseguimento iniziale che vede il protagonista del tutto inerme alle prese con il primo di una lunga serie dei feroci esemplari della fauna di Pandora. Al cinema, in versione tridimensionale è senza dubbio un occasione da non perdere dato che è c-a-t-e-g-o-r-i-c-a-m-e-n-t-e diverso vederlo sul "triste" schermo di casa e, soprattutto, una perdita di suggestione assicurata. Come in ogni capolavoro che si rispetti, una pecca c'è sempre: se non è osare, ma riconoscere la magistralità con cui Cameron sviluppa la minaccia proveniente dagli elementi di terra ed aria, è anche vero che chi è cresciuto con film come "Lo squalo", ammirando tutta la genialità nel creare suspense, si aspetta da un momento all'altro una creatura marina agghiacciante che non arriva mai. Adatto a tutti, adulti, bambini accompagnati e non: perché un sogno del genere al comunque accettabile biglietto di ingresso da  10 euro non si trova tutti i giorni.

 
AVATAR
Un film di James Cameron. Con Sam Worthington, Zoe Saldana, Sigourney Weaver, Stephen Lang, Michelle Rodriguez. Giovanni Ribisi, Joel Moore, CCH Pounder, Wes Studi, Laz Alonso, Peter Mensah, Matt Gerald, Scott Lawrence, Sean Moran, Dileep Rao, Julene Renee, Jacob Tomuri, Noli McCool, Peter Dillon, Kevin Dorman, Dean Knowsley, Sean Anthony Moran, Amy Clover, Sean Patrick Murphy, James Pitt

Fantascienza, durata 162 min. – USA, Gran Bretagna 2009. – 20th Century Fox uscita venerdì 15 gennaio 2010.

 

Suggeriti

Informazioni sull' Autore Giacomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *