Il guaritore della versilia che cura con diapositive e acqua informata

Diapositive sul torace e gocce di acqua “informata”. Sono questi i metodi che un pensionato residente a Camaiore, Adriano Del Pistoia, avrebbe utilizzato per curare due patologie molto gravi come l’endometriosi e un tumore all’ovaio destro.

Il caso esplode su Striscia la notizia, con un servizio andato in onda il 30 gennaio su Canale 5. Nel video si vede una donna inviata appositamente dal programma satirico che va a far visita a Del Pistoia per esporle le due patologie sopra indicate, spiegando che i medici le hanno consigliato di operarsi. Ma lui, invece, ha un altro suggerimento. Il metodo «si chiama bilancio polare elettromagnetico». E cioè? «Si bilancia – spiega il “guaritore” nel servizio – si riequilibra la polarità dei campi elettromagnetici con delle targhette, nell’intenzione di riequilibrare il fisico e il non fisico dell’organismo. Facciamo delle gocce di acqua informata».

A questo punto, la “paziente” viene fatta stendere su un lettino, con un bavaglino sul torace dove poter poggiare una manciata di diapositive. Ma non è ancora tutto. Subito dopo viene esposta anche una tesi riguardo a un insolito collegamento tra endometriosi e voglia di maternità: «È come se l’idea che ha della maternità, dell’essere mamma e donna espressa non fosse al posto giusto, dovrebbe essere nell’utero e anche da altre parti». E infine, il tumore alle ovaie è stato descritto come una sorta di gravidanza di altro tipo. L’uomo insomma cercherebbe di guarire i suoi pazienti con l’aiuto di diapositive e gocce d’acqua, e avrebbe anche idee alquanto insolite sull’insorgere delle malattie.

Nel servizio inoltre si viene a scoprire che il “curatore” per la sua consulenza ha chiesto 70 euro.
Interpellato direttamente da Striscia la notizia, il pensionato ha dichiarato che il suo lavoro si chiama «bilancio polare elettromagnetico – questa la spiegazione offerta davanti alle telecamere – Sono delle diapositive che fanno un effetto fotoelettrico. Danno un aiuto energetico al lavoro della persona, per stare meglio con sé stessa». Il tutto aggiungendo di non aver detto che le gocce d’acqua possano aiutare nella cura della malattia. Incalzato dalla giornalista, il curatore ha detto che le persone non devono abbandonare le cure, ma ha anche sostenuto di voler continuare a utilizzare questa terapia, per tutti coloro che decidano di affidarsi a lui.

Inevitabili le reazioni, a Camaiore e in tutta la Versilia. Il servizio ha generato tantissimi commenti, dai bar ai social network, fino agli uffici del palazzo comunale. «Non eravamo a conoscenza di cosa facesse questa persona – dichiara il sindaco di Camaiore Marcello Pierucci – Accogliamo con disappunto tutto questo, perché sono episodi che fanno male anche al territorio. Spero che chi è preposto a fare dei controlli, li faccia al più presto».

Suggeriti

Informazioni sull' Autore Giacomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.