WINDSURFER CLASS E CAMPIONI AL NIMBUS DI MARINA DI PIETRASANTA

windsurf marina di pietrasanta

Grande attesa domenica 11 ottobre per la regata zonale Windsurfer Class. Giungeranno al Nimbus Surfing Club di Marina di Pietrasanta una ventina fra gli atleti italiani più quotati per la specialità Windsurfer. Una classe sportiva che trova le origini nel 1963 sulla scia della voglia di fare surf anche in condizioni meteo avverse alle onde. Fu grazie all’ingegnere aerospaziale americano Jim Drake e al collega e amico Hoyle Schweitzer che nel 1967 nacque la prima tavola da windsurf, unendo un boma ad una vela triangolare montata su un albero fissato ad una tavola da surf tramite un giunto cardanico. Invenzione, però, che conobbe il suo successo in Europa come Windsurfer Class, grazie all’interessamento di un’azienda olandese che ne acquistò la produzione mettendola in commercio. E fu gloria planetaria, appunto della Windsurfer Class. Specialità che sta tornando a mietere consensi. “Siamo molto lieti di poter ospitare anche questo anno la regata Windsurfer. La nostra volontà è quella di intraprendere un cammino duraturo con questa classe storica che sta rinascendo in maniera importante – commenta Giovanni Briganti, presidente del Nimbus Surfing Club di Marina di Pietrasanta – La nostra speranza è che, superato questo momento di grande difficoltà per tutti, si possa tornare ad organizzare eventi sportivi sempre più grandi, di caratura nazionale ed europea per portarli nella nostra amata Versilia”.

Intanto domenica si daranno appuntamento al Nimbus Surfing Club alcuni fra i più temerari appassionati di tavola a vela. Fra loro, da Piombino, Alessandro Torzoni, campione mondiale in carica Windsurfer LT, evoluzione della tavola creata da Drake e Schweitzer. Ma anche Gianluca Dosi della Como Lake, fra i primi cinque migliori atleti italiani. A difendere i colori di casa, il Nimbus Surfing Club di Marina di Pietrasanta, ci sarà David Pezzini, anche lui figura di riferimento nella compagine nazionale. “La classe windsurfer negli anni Ottanta era protagonista mondiale e madre di tutte le specialità windsurf – spiega Alberto Frugoli, ideatore dell’evento nonché fra i fondatori del Nimbus Surfing Club e negli anni Novanta fra i sessanta uomini più veloci al mondo – La tavola One Design mette gli atleti sullo stesso piano, valorizzandone la prestanza atletica e la tecnica di regatare”. Il risultato sarà valevole per la classifica nazionale. In caso di condizioni meteo non idonee, la gara sarà spostata sul Lago di Massaciuccoli presso il Circolo Velico. L’appuntamento con la sfida è dunque domenica per le 12.30 nelle acque antistanti il club di viale Roma 10, anche se potremo vedere sventolare i colori sgargianti delle prime vele già dalle 11, orario previsto per lo skipper meeting.

Suggeriti

Informazioni sull' Autore Luca Basile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *