OMS CONTRO LA DISINFETTAZIONE DELLE STRADE. NON SERVE E RISCHIA DI FARE MALE

Una procedura adottata anche in alcuni comuni della Versilia, quella di disinfettare le strade di paese in relazione all’emergenza Covid. Procedura che l’Organizzazione mondiale della sanità oggi boccia senza riserve.

CORONAVIRUS

Spruzzare disinfettanti in spazi esterni come strade o mercati non è infatti raccomandato dall’Organizzazione mondiale della sanità, che anzi ne evidenzia i rischi per la salute, in un documento di recente pubblicazione. Una simile procedura, praticata in Cina,  ma anche in altri Paesi, “non è indicata per uccidere Sars-Cov-2 o altri agenti patogeni perché il disinfettante è inattivato dallo sporco e dai detriti” presenti in gran quantità su queste superfici e “non è possibile pulirle manualmente e rimuovere tutta il materiale organico”.

, “spruzzare superfici porose, come marciapiedi e passerelle non pavimentate, sarebbe ancora meno efficace”. E’ “improbabile”, poi, che “l’irrorazione di sostanze chimiche sia adeguata a coprire tutte le superfici per il tempo necessario a inattivare i patogeni”. L’Oms evidenzia che “strade e i marciapiedi non sono considerati serbatoi di infezione per Covid-19” e soprattutto che “spruzzare disinfettanti, anche all’aperto, può essere dannoso per la salute umana”. Oltre a “non ridurre la capacità di una persona infetta di diffondere il virus attraverso le goccioline o il contatto”, l’uso spray di “cloro e altri prodotti chimici tossici potrebbe provocare irritazione agli occhi e alla pelle, broncospasmo causato dall’inalazione di queste sostanze, disturbi gastrointestinali come nausea e vomito”.

 

Suggeriti

Informazioni sull' Autore Luca Basile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *