Viviversilia

A+ A A-

Stop ai pescherecci per 40 giorni, in Versilia

Dal 24 agosto il fermo pesca che vieta ai pescherecci viareggini, per 40 giorni consecutivi, di uscire in mare. Stop ai pescherecci, stop anche al pescato fresco Doc sulle nostre tavole con il rischio, evidentemente non troppo lontano, di un aumento di pesce importato da chissa' quali mari o in alternativa, congelato. Lo scorso anno il blocco alla pesca era iniziato il 24 settembre. Quest' anno il Governo punta ad anticipare di un mese il fermo senza pero' aver fatto i conti con i pescherecci e con una crisi che non ha risparmiato nemmeno loro (vedi il caro gasolio e la pesca con maglie larghe tanto per citare due dei piu' clamorosi punti critici del settore). La proposta, avanzata dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e della Pesca non piace ai capitani viareggini che hanno già provveduto ad inviare due proposte alternativa ad un fermo che, se confermato, penalizza il nostro lavoro in un periodo, quello estivo, fondamentale per le nostre attivita'. Noi siamo di servizio anche all'indotto turistico spiega Roberto Olivieri, capitano e portavoce di Impresa Pesca Coldiretti (info su www.lucca.coldiretti.it) - Il nostro pesce finisce nei ristoranti, negli alberghi, e sulle tavole dei turisti che scelgono la nostra costa. Il nostro futuro, da sempre, dipende da questi mesi. Impresa Pesca e' favorevole al fermo pesca per favorire il ripopolamento delle specie ittiche ma non nel bel mezzo della bella stagione: Non siamo contrari al fermo pesca, è un momento importante per la continuita' del nostro lavoro e del nostro settore spiega i motivi della protesta Oliviero ma bloccare tutto per 40 giorni, nel bel mezzo dell' estate, quando da queste settimane dipende la nostra sopravvivenza è sinceramente allarmante. Due le contro-proposte di Impresa Pesca gia' inviate al Ministero che saranno illustrate in queste ore: fermo pesca dal 21 settembre al 4 novembre senza interruzione, oppure dal 1 ottobre al 4 novembre con 30 giorni consecutivi a cui andranno ad aggiungersi i 10 venerdi' successivi. Anche in questo caso i giorni saranno 40.A noi vanno bene queste soluzioni spiega ancora il portavoce di Impresa Pesca Coldiretti tutti i capitani, siamo in 40, siamo d'accordo. Toglierci 40 giorni di lavoro nel mese piu' importante e' come impedire ai bagnini di uscire in mare in estate. Perche' non mettono il fermo pesca a gennaio e febbraio?. Un'azione, quella di Impresa Pesca Coldiretti che punta ora ad aprire una discussione in seno al Governo per confermare il fermo pesca della passata stagione. Fermare le imprese ora, in particolare quest'anno conclude Francesco Ciarrocchi, Direttore Provinciale Coldiretti significa avvicinare le imprese verso il baratro. La nostra azione punta a proteggere e valorizzare il pescato dei nostri mari. Siamo i primi a volere, e a pretendere, che la natura faccia il suo corso. Il ripopolamento e' un momento fondamentale per le imprese che sono ben coscienti della sua importanza. Ma fermare i pescherecci nel cuore dell'estate avra' effetti devastanti sull' economia del mare viareggina.

Artigiani di Pietrasanta in mostra : arriva " Homo faber"

 

Calato il sipario su Anteprime Mondadori,  a Pietrasanta si apre un nuovo capitolo con “Homo faber - il pensiero e la mano”. Protagonisti assoluti saranno gli artigiani. Per una volta sarà tutta loro la scena, nel salotto nobile della città.

Collaboratori fidati dei più grandi artisti contemporanei, da sabato 16 giugno (inaugurazione ore 18.30) a domenica 1 luglio, esporranno la loro maestria presentando le loro creazioni, la grande varietà di lavorazioni e l’abilità che li ha resi famosi nel mondo. A testimoniarne il valore ci sarà un nutrito gruppo di artisti, tra questi:  Igor Mitoraj, Jimenez Deredia, Daphné Du Barry, Helaine Blumenfeld, Aron Demetz, Alicia Penalba, Sophia Vari, Alba Gonzales, Girolamo Ciulla, Maria Gamundi, Anna Cromy, i versiliesi Marcello Giorgi e Stefano Pierotti. La lista è lunghissima e di assoluto rilievo.

Sarà una grande festa per la città – spiega il sindaco Domenico Lombardi – gli artigiani sono una risorsa inestimabile del nostro territorio e come tale da valorizzare. La mostra aprirà il cartellone espositivo dell’estate, passando il testimone a Fernando Botero. Non sarà, tuttavia, la sola novità: nei mesi di giugno e di luglio, in orari e giorni prestabiliti, i laboratori si apriranno al pubblico creando una sorta di museo territoriale diffuso. Un’appendice della rassegna si terrà anche al MUSA, il Museo Virtuale della Scultura e dell’Architettura”.

Scultura, design, mosaico, ceramiche, tecniche di lavorazione, materiali e una mostra fotografica accompagneranno il visitatore alla scoperta dello straordinario sistema creativo.

In mostra ci sarà una ricca vetrina di realizzazioni artistiche – aggiunge il sindaco – per illustrare la varietà di materiali e di tecniche che caratterizza il nostro distretto artigianale. L’esposizione sarà supportata da pannelli didattici e illustrativi che faciliteranno la comprensione del percorso mostra”.

In piazza del Duomo ci saranno 8 sculture monumentali, creazioni di medie dimensioni saranno allestire nel complesso di Sant’Agostino, mentre a Palazzo Panichi i maestri artigiani saranno raccontati da una serie di scatti fotografici di grande suggestione. Incontri e proiezioni completeranno l’iniziativa.

La mostra è un’iniziativa del Comune di Pietrasanta in collaborazione con la Fondazione Centro Arti Visive che coordina l’organizzazione artistica, Artigianart Pietrasanta, Accademia di Belle Arti di Carrara e Regione Toscana.

La mostra sarà visitabile dal martedì alla domenica, nell’orario 19-24; ingresso libero.

Lido in Festa con la " via del Fortino"

 

La via del Fortino a Lido di Camaiore...si veste a festa. Domenica prossima, 10 giugno, dalle 17 alle 24 ci saranno infatti musica, ballo, spazio bambini e perfino una spettacolare sfilata di moda ad animare una delle arterie commerciali di Lido. "Via del Fortino in Festa" è l'iniziativa promossa per il secondo anno consecutivo dai commercianti di zona in collaborazione con il comune di Camaiore e col supporto organizzativo dell'agenzia Al.So.Eventi di Sonia Paoli. Quest'anno la manifestazione, che nel 2011 ha calamitato un numeroso pubblico, sarà ancora più ricca sia per estensione del circuito che per iniziative di intrattenimento.

Infatti il tratto interessato sarà quello compreso tra viale Colombo e via dei Partigiani (che per l'occasione sarà off limits per le auto) e coinvolgerà anche la piazza Lemmetti.

Su via del Fortino saranno montati ben 3 palchi: il primo di fianco all'Amadeus dove dalle 18 in poi sarà presente un dj con una proposta musicale degli anni 60-70-80, il secondo di fronte al ristorante La Luna dove dalle 20 in poi si alterneranno le esibizioni di ballo latino con il maestro Sammy e il terzo di fronte al ristorante La Pergola dove dalle 17,30 in poi sono previste esibizioni di sport e danza delle allieve della palestra Synergym e alle 21,30 gran finale con l'elegante sfilata di moda con le modelle dell'agenzia Al.So.Eventi che indosseranno abiti e accessori delle collezioni estive, messi a disposizione dai negozi della via del Fortino e a conferire alla passerella un vero stile metropolitano saranno le immagini proiettate in tempo reale su maxischermo.

In piazza Lemmetti invece dalle 17,30 in poi dimostrazioni della scuola di ballo 'Brezza Latina' che proporrà salsa, bachata, merengue, cha cha cha e flamenco. A condurre i diversi momenti di intrattenimento sarà Vania Della Bidia.

Ma non è tutto: durante l'intero svolgimento della manifestazione ci saranno gonfiabili per bambini e animazione a cura del Parco Tolu Land, artisti da strada e ritrattisti che eseguiranno opere direttamente sui cavalletti montati in strada ed esposizioni di auto. I commercianti di via del Fortino in via eccezionale esporranno la propria merce anche all'esterno delle proprie attività per avvicinare la clientela ad una realtà di vero e proprio centro commerciale naturale che ormai si à consolidato.

Ingresso libero.

E domenica 17 giugno si replica, stavolta con "Via del Secco in Festa".

Premio Tobino: tutti i vincitori

 

Un concorso dedicato a chi, con passione e dimpegno, si è dedicato alla lettura e all'impegno sociale. Sono tre studenti di due istituti superiori di Lucca che, con il proprio racconto, si sono aggiudicati il Premio riservato alle scuole medie di secondo grado ed organizzato dalla Fondazione Mario Tobino: si tratta di Michael Tronchetti (I A Istituto di istruzione superiore “N. Machiavelli”), che con il racconto “Per essere felici, da vecchi, bisogna aver fortuna!”, si è aggiudicato il primo premio. Secondo classificato Filippo Umberto Catelli (V LA del Liceo Scientifico “A. Vallisneri”) con il racconto “Il computer del futuro”. Sul terzo gradino del podio Luca Musso (I A “N. Machiavelli”), con il racconto “La vecchiaia – La dittatura della terza età”.

La cerimonia è iniziata alle 10 con i saluti istituzionali portati dal presidente della Provincia Stefano Baccelli, che come annunciato dal direttore della Fondazione Mario Tobino, Marco Natalizisarà anche il futuro presidente della Fondazione dedicata al medico scrittore. Gli studenti sono stati premiati da entrambi, insieme ad Isabella Tobino e a Divier Nelli, lo scrittore viareggino che ha tenuto in questi mesi il laboratorio di scrittura creativa che ha riscosso grande apprezzamento tra gli studenti. 70 infatti i ragazzi delle superiori coinvolti, che in questa nuova formula del Premio partecipano direttamente, ciascuno con un proprio racconto.

Per quanto riguarda le scuole medie di primo grado, ecco i premiati delle 5 scuole partecipanti, che si sono cimentati con elaborati sul tema “Tobino e la guerra”: I classificata la classe III G della scuola “G. Carducci”, con un elaborato valido e genuino, che coniuga mirabilmente citazioni tobiniane, elaborazioni personali coerenti ed efficaci, creatività iconografica; II la classe III D della “Marco Polo – Viani” di Viareggio, con un lavoro apprezzato per l’efficacia e l’originalità esecutiva nei limiti della necessaria limitatezza dei tempi; menzione della giuria alla scuola “E. Pistelli” di Camaiore, per il lavoro svolto da alunni delle classi II A, II B, II C, III A, III B, III C, III D, III F.

Il Premio Tobino per le scuole è realizzato in collaborazione con il Miur – Ufficio scolastico regionale, la Provincia di Lucca, il Comune di Lucca, il Comune di Viareggio, l’Azienda Usl2 Lucca, gli Eredi Tobino. Le motivazioni integrali della giuria e le foto della premiazione sul sito  www.fondazionemariotobino.it

Frecce

Video Frecce Tricolori

 

Frecce Tricolori a Forte dei Marmi Guarda Ora

La Versilia e'...

La Versilia e'...


Informazioni sulla Versilia Guarda Ora

LaBottega

 

Cantine Basile

Ristorante il Piccolo Principe

BCC Versilia

Login or Register

Facebook user?

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla