Viviversilia

A+ A A-

Forte dei Marmi: " Il sonno e' nutrimento

Sonno ed alimentazione protagonisti sabato 26 gennaio, a partire dalle 10.00  del Giardino d’Inverno di  Villa Bertelli con un appuntamento in cui medici ed esperti spiegheranno l'importanza del “dormire bene” per la nostra salute e lo stretto legame tra qualità del sonno e sana alimentazione. L'incontro “Il sonno è nutrimento” organizzato da Rosaria Sommariva dello Studio Medico Dentistico “Santa Apollonia” di Porcari, insieme a Slow Food Versilia e in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli e il Comune di Forte dei Marmi, sarà un vero e proprio talk show, condotto dal giornalista e presentatore Andrea Montaresi, a cui seguirà uno show cooking con food and wine tasting. L'iniziativa ha come fine quello di illustrare sia dal punto di vista strettamente medico, sia dal punto di vista medico nutrizionale, sia da quello gastronomico, l'interazione di diversi fattori e di una buona condotta di vita con la buona qualità del sonno e quali benefici essa può avere sulla nostra salute e sulla qualità della nostra attività quotidiana.

 
    

Prodotti alimentari: multe salatissime per le ' truffe sugli scaffali'

di ALICE MEI

Le truffe sugli scaffali? Un ricordo sgradevole. Già perchè, come riportato dal portale Starbene.it,

dal grande supermercato al piccolo discount, non troveremo più false informazioni sui prodotti alimentari. Il 9 maggio è ifatti "  entrata in vigore una disciplina europea, a tutela dei consumatori, che dispone multe salate (fino a 40.000 €) per chi non rispetta la trasparenza sugli alimenti " si legge nel portale.

 

«Punti vendita e produttori dovranno essere attenti», spiega la Coldiretti. «Sulle etichette non potrà più mancare l’indicazione di origine dell’ingrediente principale, laddove prevista, ma anche quella sulla presenza di allergeni e la dichiarazione nutrizionale. E le multe scatteranno anche in caso di false descrizioni del prodotto, come apporre il marchio bio o vegan, se non certificati».

Ipoacusia: mai sottovalutarla

di ALICE MEI

Il dato dovrebbe fare riflettere: su 7 milioni di persone con ipoacusia - in sostanza diminuzione della capacità uditiva - solamente 2 fanno ricorso a protesi acustiche. Un errore,, il mancato uso, perchè, stando ad uno studio condotto su 3500 persone e reso noto dalla rivista Nuovo Consumo, accresce la probabilità di demenza del 21% e di depressione del 43%. . Con un rischio ulteriore: chi soffre di ipoacusia con il tempo non riesce a svolgere le più semplici attività quotidiane. Meglio, quindi, prevenire e farsi controllare l'udito, prima che sia troppo tardi per rimediare.

 

Grave carenza di sangue: servono donazioni

Una seria problematica a quella della carenza di sangue in Toscana. Da qui l'allarme lanciato dai medici.  
 

“Da alcuni giorni si registra in Toscana una grave carenza di sangue, in particolare dei gruppi sanguigni zero negativo e A negativo, per questo consideriamo necessaria l’attivazione dei donatori per evitare blocchi nelle attività interventistiche come siamo riusciti a fare fino ad oggi”. Questo l’appello alla donazione del dottor Piero Palla, responsabile dell’Area Medicina Trasfusionale per l’Azienda USL Toscana nord ovest.

Tutti i gruppi sanguigni sono sempre utili – prosegue Palla – l’importante è che i donatori non abbandonino la loro abitudine di venire a donare prima delle festività natalizie. È opportuno ricordare che i malati purtroppo non vanno in ferie e la richiesta rimane costante. Se l’invito per la donazione di sangue è pressante per i donatori di gruppo 0 (soprattutto negativo, ma anche positivo), parimenti urgente è la donazione di sangue di gruppo A, così come la donazione di plasma lo è quello per i donatori di gruppo ABche sono considerati donatori universali di plasma”.

Negli ospedali il sangue è una necessità quotidiana: ogni volta che si verifica una carenza di sangue, diventa drammatica non solo la gestione di eventi eccezionali come i disastri o gli incidenti, ma anche e soprattutto la quotidiana attività sanitaria che coinvolge la maggior parte degli interventi chirurgici, ma anche l’attività del pronto soccorso, le terapie oncologiche contro tumori e leucemie, le anemie di carattere medico, i trapianti di organo e di midollo osseo.

“I risultati che otteniamo – conclude Palla – sono anche il frutto del grande lavoro svolto dalle associazioni locali. Rappresentano un pilastro fondamentale al quale il nostro lavoro si appoggia  per la loro grande opera di sensibilizzazione. Ma il ringraziamento più grande e caloroso è sicuramente rivolto a tutti donatoriassociati e non il cui gesto spontaneo e gratuito permette di avere a disposizione un elemento come il sangue che rimane, nonostante l’avanzare delle scoperte e delle tecniche, sempre insostituibile. Anche per questo accogliamo con piacere la donazione di gruppo che sarà effettuata domani, mercoledì 19 dicembre a Livorno a partire dalle ore 8, dai militari della Brigata Paracadutisti Folgore che non mancano mai di farci sentire la loro preziosa presenza”.

CHI PUO’ DONARE. Donatore può essere chiunque, uomo o donna, di età compresa tra i 18 e i 65 anni in condizioni di buona salute e con un peso superiore ai 50 chilogrammi. Tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto alla giornata di riposo retribuita. Chi dona per la prima volta (aspirante donatore) può farlo esclusivamente dopo aver effettuato un colloquio preventivo con i medici ed esami di controllo pre-donazione. La cosiddetta “donazione differita” ha lo scopo di aumentare la sicurezza trasfusionale per i pazienti e tutelare la salute del cittadino.

Sul sito della Azienda USL Toscana nord ovest nella sezione “Come fare per” sono riportate le risposte alle domande più frequenti sull’argomento e indicazioni sul centro trasfusionale più vicino.

Solidarieta' per l'Opa si Massa " da Beppino " a Pietrasanta

Per il settimo anno consecutivo si ripete, all’Eno-Trattoria Da Beppino di Valdicastello Carducci, la serata dedicata ai piccoli pazienti dell’ Ospedale Pediatrico Apuano di Massa che quest’anno si è privilegiata del Patrocinio del Comune di Pietrasanta. L’occasione come sempre è quella di una cena per ricordare Luciano Lazzerini, patron ed anima del locale dai primi anni di vita fino al 2008. In suo ricordo clienti ed amici sono intervenuti alla cena solidale dal costo di € 35 (salvo maggiore offerta) organizzata dai familiari e dipendenti a favore della raccolta fondi da devolvere all’Associazione Onlus “Un cuore un mondo” (con sede presso l’OPA). La partecipazione di oltre 140 persone ha permesso all’associazione di incassare la cifra di € 5.375 euro,cifra che verràutilizzata per aiutare direttamente i piccoli ricoverati e i loro familiari nonché per finanziare le missioni che periodicamente vengono realizzate in campo internazionale. L’ultima missione realizzata in ottobre ha permesso a medici e volontari di intervenire in Eritrea, uno dei paesi più poveri al mondo, dove – racconta Nadia Assanta cardiologa della missione – sono stati visitati, in 15 giorni, circa 600 bambini di cui 14 sono stati operati dal dott. Bruno Murzi restituendogli una corretta aspettativa di vita. Il ricavato di questa serata – spiega il presidente dell’associazione Mario Locatelli -  permetterà sicuramente di salvare la vita ad un bambino che verrà operato nella prossima missione o comunque di aiutare a migliorare la vita di molti altri con programmi di prevenzione che  gli stessi medici dell’OPA attuano durante la loro permanenza in loco. Il costo medio, infatti, di una spedizione come quella in Eritrea, continua Locatelli, è di circa 85.000 euro e se si pensa ai bambini operati, a cui si è salvata la vita e a quelli curati si può ben capire quindi l’importanza di una donazione come questa. Alla serata ha partecipato oltre al presidente, un gruppo di volontarie della stessa Onlus che ha raccontato il lavoro quotidiano a fianco dei medici che va dal supporto ai familiari con la gestione di una casa di accoglienza, all’assistenza h24 dei bambini ricoverati che in alcuni casi non sono accompagnati dai genitori ed infine all’opera fondamentale per l’organizzazione e la realizzazione delle missioni con la preparazione almeno due mesi prima di tutto il necessario (farmaci, strumenti ed altro) indispensabile durante la trasferta. Quest’anno la cena prevedeva, oltre a degli involtini con prosciutto e fonduta di antipasto, un classico primo piatto di lasagne, un arrosto di secondo con patate e cipolline all’agrodolce e per finire una deliziosa torta di mele. Ad accompagnare le cena come sempre la partnership dell’azienda Marchesi de’ Frescobaldi che ogni anno offre i suoi vini, intervenuta nell’occasione con Terre More Maremma Toscana DOC 2016, Castiglioni Chianti DOCG 2017 e il vino da dessert Santo Spirito 11.

 

Dina Novani,  Daniele e Simona Lazzerini insieme a tutto lo staff di Beppino ringraziano sentitamente tutti gli intervenuti per le loro donazioni in ricordo di Luciano Lazzerini.

Info Bonifico Olnus “Un cuore un mondo” - IBAN: IT 89 Q 06175 13603 0000 8098 2180 BANCA CARIGE Filiale Villette di Marina di Massa

 

Frecce

Video Frecce Tricolori

 

Frecce Tricolori a Forte dei Marmi Guarda Ora

La Versilia e'...

La Versilia e'...


Informazioni sulla Versilia Guarda Ora

LaBottega

 

Cantine Basile

Ristorante il Piccolo Principe

BCC Versilia

Login or Register

Facebook user?

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla