Viviversilia

A+ A A-

Dieta: i 6 alimenti proibiti e i sei concessi

di ALICE MEI

Sono  sei,  secondo i nutrizionisti, le bevande e gli alimenti assolutamente da evitare in una dieta pensata all'insegna non solo del dimagrimento, ma anche del benessere. Quali sono? Si parte dalle bevande gassate e zuccherate, da mettere  al bando  in quanto gonfiano  pancia e piene appunto di zuccheri. E a seguire, merendine e dolci industriali - ipercalorici -, alcolici e superalcolici, insaccati - per l'alto contenuto di grassi e  conservanti -, fritti di ogni genere e i considdetti junk food che fra quantità sempre di zuccheri e grassi idrogenati saranno anche gustosi, ma benissimo sembrano non fare. Passiamo invece a cosa è concesso: cereali - fonte soprattutto di carboidrati -, legumi - ideali per ferro, potassio e fosforo oltre che ricchi di fibre -, frutta secca - ottima per la regolarizzazione della pressione arteriosa e la riduzione del colesterolo ' cattivo'-,  frutta e verdura, uova - ricche di vitamni del gruppo B - e olio extravergine di oliva - nella giusta dose è straordinario come antiossidante -. Il consiglio, a chiosa, resta sempre lo stesso: prima di intraprendere una qualsiasi dieta, parlatene con il vostro medico. 

Con 8 bicchieri al giorno di acqua stai meglio e dimagrisci

di ALICE MEI

Bere 8 bicchieri di acqua al giorno  pare che sia una panacea. Per la nostra salute. Ma c'è un altro aspetto di cui tenere conto, in particolare per chi ha un occhio di riguardo per la propria linea. Già perchè 8 bicchieri al giorno aiutano a dimagrire. Bere acqua, infatti, aiuta a ridurre le calorie e di conseguenza a perdere peso. Lo spiega in un libro, " Acqua da mangiare", Nicola Sorrentino che etichetta appunto l'acqua come elemento dietetico per eccellenza. " Il nostro corpo necessita di almeno 2 litri di acqua al giorno. Il 20% del fabbisogno ci arriva dall'alimentazione, il restante bevendo"  spiega.  Di questi 8 bicchieri di acqua, 2 sono consigliati prima dei pasti: in questo caso si raggiunge più velocemente il senso di sazietà riducendo, al tempo stesso, le calorie complessive di quello che andremo a mangiare. In poche parole bevendo acqua si innescano una serie di meccanismi metabolici che aiutanoa  perdere peso. Un buon motivo ulteriore per portare avanti, ogni giorno, questa sana abitudine. 

Viareggio, " I due cervelli a confronto: l'uomo e la donna"

" I due cervelli a confronto: l'uomo e la donna". Una conferenza destinata ad incuriosire e a fare discutere quella in programma venerdì 22 marzo, alle 18, presso il Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio. Conferenza che porta la firma della dottoressa Marisa Pagliuca.

Per maggiori informazioni: www.libridipsicologia.org


 

 

La pennichella per chi soffre di pressione alta

di ALICE MEI

Il ' riposino', pomeridiano toccasana per chi soffre di pressione alta.  
Già perchè " riposare nel pomeriggio comporta effetti simili a quelli derivanti dalla riduzione del sale, nell’alimentazione, o l’assunzione di medicinali antipertensivi a basso dosaggio" si legge sul portale Sky.it che aggiunge. 
" A suggerirlo è una ricerca condotta da Manolis Kallistratos, dell'Asklepieion General Hospital a Voula, in Grecia, che verrà esposta in occasione del meeting dell'American College of Cardiology a New Orleans".

 

" Per compiere lo studio - si legge -  i ricercatori hanno analizzato un campione di 212 individui, con età superiore ai 60 anni, in cura per ipertensione arteriosa.
Nello specifico hanno monitorato i pazienti con uno strumento medico portatile in grado di rilevare la pressione sanguigna in ogni momento della giornata.
Comparando la pressione media giornaliera dei partecipanti al test è emerso che gli individui che sono soliti concedersi appunto il riposino del pomeriggio  hanno la pressione massima inferiore di 5 millimetri di mercurio rispetto a coloro che non hanno questa abitudine.
Gli esperti hanno rilevato, inoltre, che la pressione arteriosa cala di circa 3 unità ogni ora di riposo.
Concedersi delle ore di sonno a metà pomeriggio avrebbe dunque gli stessi effetti positivi associati alla riduzione del consumo di sale o di bevande alcoliche".

Per gli amanti, ipertesi, della pennichella, una notizia che non potrà che fare piacere.

 

Vitamina D: la carenza...in un capello

di LAURA BALDASSINI

Nel mondo, stando ad alcune stime, sono circa 1 miliardo le persone con carenza di vitamina D. Carenza che è motivo di importanti problematiche per la salute. Il dosaggio della vitamana D nel nostro organismo è possibile conoscerlo attraverso le analisi del sangue. La novità, in ottica futura, è che per misurare la quantità di vitamina D presente nel corpo sarà sufficiente analizzarla in un capello. A renderlo noto uno strudio irlandese pubblicato sulla rivista scientifica Nutrients di recente pubblicazione. 

 

Frecce

Video Frecce Tricolori

 

Frecce Tricolori a Forte dei Marmi Guarda Ora

La Versilia e'...

La Versilia e'...


Informazioni sulla Versilia Guarda Ora

LaBottega

 

Cantine Basile

Ristorante il Piccolo Principe

BCC Versilia

Login or Register

Facebook user?

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla