Viviversilia

A+ A A-

Meditazione, musica, movimento per il risveglio energetico

di INDIA SIMI

Attingendo alla mia esperienza pluriventennale di operatore olistico e di musicista, è nato il  workshop "Le 3 Emme", - meditazione, musica, movimento - un mix di tecniche, come piace fare a me, per stimolare l'organismo al risveglio energetico su vari livelli.

 

RIEQUILIBRIO EMOZIONALE ED ENERGETICO

 

Per liberare le emozioni represse, per fare smuovere le situazioni stagnanti, per stimolare IL NUOVO, affinché la vita sia davvero vissuta in prima persona, evitando di fare le scelte imposte dagli altri e che non sentiamo nostre.

Lasciarsi trasportare dall'emozione è come seguire una musica, danzando; il corpo reagisce e inizia a muoversi in modo del tutto personale e questo è un bene, perché soltanto attraverso l'espressione autentica di noi stessi possiamo stare bene e creare intorno a noi la realtà che più ci piace.

Le emozioni negative non vanno represse, bisogna saperle "gestire" in modo che si risolvano, per terminare in un stato dell'essere più vicino alla riflessione, all'autoanalisi, alla quiete.

Questo incontro vuole condurre i partecipanti a questo stato meditativo/introspettivo.

 

L’incontro è diviso in 3 sezioni:

 

Si parte con una meditazione guidata, per creare un "qui e ora", per staccare dal "fuori"e iniziare a concentrarsi sul nostro mondo interiore.

Le persone sono posizionate comodamente sdraiate o sedute, per una mezz'ora saranno guidate dalla mia voce alla ricerca di un loropersonale spazio interiore, che funzioni da nuovo terreno pernuove esperienze e per abbandonare vecchi automatismi.

Successivamente, inizio a suonare alcuni strumenti particolari, quali il tamburo oceano, l'arpa angelica e campane di cristallo, dal suono penetrante e cristallino, diverse dalle campane tibetane a cui siamo abituati.


Aggiungo un tamburo in pelle per fare un massaggio vibrazionale e canto alcuni mantra indiani di mia creazione.


Il tutto per risvegliare le emozioni sopite, i blocchi emozionali ed energetici del corpo, per creare un movimento interiore benefico al rinnovamento cellulare e spirituale.

 

Troppo spesso infatti siamo frenati dalla nostra cultura, dal nostro senso del dovere, da ciò che ci è stato insegnato, ripetuto e inculcato, per cui ci sentiamo come obbligati a comportarci in un certo modo.

Questo incontro esperienziale aiuta le persone a liberarsi dai condizionamenti e dalle credenze che non ci appartengono.

A conclusione, guiderò il gruppo in una semplice sequenza di movimenti per riattivare uno o più dei 7 Chakra principali, per aiutare la circolazione energetica, attivata dalla fase musicale.

 

Un incontro davvero particolare, anche perché il workshop è di mia ideazione e quindi originale.


MEDITAZIONE, MUSICA e MOVIMENTO.

DOMENICA 27 MAGGIO

11.30-13.30
In occasione del TerraNuova Festival di Camaiore, un appuntamento nuovo, da non perdere, unico e praticabile da tutti.


per info e prenotazioni, telefonare al 3475700174 oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Centro studi danza Le Muse

Via XX settembre n.105, 55041 Camaiore

gradita la prenotazione.

Mani pulite? Si, cantando ' Happy Birthday ' 3 volte

di ALICE MEI

Lavarsi le mani al ritmo, e al tempo, di una canzone. Da cantare, ovviamente. Che le mani siano un ricettacolo ' di robaccia' è cosa nota. Che ce le laviamo in modo superficiale è altrettantto noto. L’Organizzazione mondiale della sanità " raccomanda che il lavaggio duri almeno 40-60 secondi e seguendo una procedura  che garantiscA un’accurata pulizia - si legge nel sito della Fondazione Meyer -. Nella pratica quotidiana non sempre, ad ogni modo, dedichiamo al lavaggio delle mani tutta questa attenzione e spesso si tratta di un’operazione fatta in modo molto sbrigativo" Ed è qui che si innesca il trucco: vale per i piccoli, ma anche per i più grandicelli: bisogna lavarsi le mani giusto il tempo del cantare due volte “Happy birthday”. Se poi sono tre, ancora meglio. Ovviamente facendo ricorso ad acqua e sapone o, ancora, alla soluzione alcolica. Senza dimenticarsi  ovviamente, di asciugarle più che bene.

 

Scoperto un nuovo organo nel corpo umano: si chiama interstizio

di ALICE MEI

La scoperta ha del clamoroso. E c'è già chi parla, forse in modo appropriato, di una vera e propria rivoluzione nell'anatomia del corpo umano. Ci riferiamo, la notizia è recentissima, appunto  alla  scoperta di  un nuovo organo,"  tra i più grandi del corpo umano: si chiama interstizio e si trova diffuso in tutto l'organismo, sotto la pelle e nei tessuti che rivestono l'apparato digerente, i polmoni, i vasi sanguigni e i muscoli. E' formato - si legge in una lancio dell'agenzia Ansa - da cavità interconnesse piene di liquido e sostenute da fibre di collagene ed elastina". 

 


" Agisce come un vero e proprio ammortizzatore, ma la sua presenza potrebbe spiegare anche molti fenomeni biologici  - continua la nota - come la diffusione dei tumoril'invecchiamento della pelle, le malattie infiammatorie degenerative e perfino il meccanismo d'azione dell'agopuntura. A indicarlo è lo studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports dall'Università di New York e dal Mount Sinai Beth Israel Medical Centre. 

Etichettato per decenni come semplice 'tessuto connettivo', l'interstizio era rimasto 'invisibile' nella sua complessità a causa dei metodi usati per esaminarlo al microscopio, che lo facevano apparire erroneamente denso e compatto". A questo punto dovrà trovare posto nella ' carta' del corpo umano.

Ginecologia: apparecchio di ultima generazione a Lido di Camaiore

VagyCombi”, questo è il nome dell'apparecchio di ultima generazione che sarà presentato ai medici specialisti in Ostetricia e Ginecologia e ai medici di medicina generale nella mattinata di sabato 12 maggio, durante un incontro scientifico che si terrà al Centro Medico Specialistico Versilia in via del Secco 43 a Lido di Camaiore.

Scopo della riunione scientifica è condividere e discutere gli ottimi risultati ottenuti grazie a questo nuovo strumento medico, nell'ambito della riabilitazione dei problemi funzionali del pavimento pelvico, in particolare della donna: la radiofrequenza e l'elettroporazione, tecnologie frutto della più evoluta ricerca scientifica, somministrabili grazie a VagyCombi, nell'ambito di un progetto terapeutico personalizzato sulla donna, unitamente al biofeedback, all'elettroterapia, all'esercizio terapeutico e ad un adeguato supporto farmacologico, hanno dimostrato alta efficacia nel curare l'incontinenza urinaria, la dispareunia, la vulvodinia, le atrofie-distrofie genitali, i prolassi uro-genitali iniziali.

Questi problemi per la salute della donna sono stati per anni sottostimati e non sempre adeguatamente trattati: il Centro Medico Specialistico, che nel mese di maggio ha organizzato una serie di “open day” con visite e prestazioni gratuite dei suoi specialisti per tutte le donne, con questa iniziativa vuole porre attenzione a queste disfunzioni, che alternano significativamente la qualità di vita delle donne ed offrire soluzioni scientificamente valide e condivise dai ginecologi e dai medici di medicina generale per contribuire al recupero del benessere della persona attraverso un progetto terapeutico personalizzato di riabilitazione del pavimento pelvico.

Il brainstorming si terrà sabato 12 maggio dalle 10 alle 13. Il Centro Medico Specialistico è aperto tutti giorni dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13. Per info e prenotazioni: 0584.617631 o per mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Mal di schiena: quasi inutili i farmaci antinfiammatori

ALICE MEI

Il mal di schiena è considerato una delle maggiori cause di disabilità e disagio al mondo. E a quanto pare, come recita un lanciio dell'agenzia Ansa, i comuni farmaci antinfiammatori sono "quasi completamene inutili". A dirlo un' analisi di 35 sperimentazioni randomizzate, che hanno coperto oltre 6000 persone che usavano antidolorifici antinfiammatori. Condotta dal George Institute for Global Health di Sydney, ha rivelato che i farmaci noti collettivamente come 'non-steroidal anti-inflammatory drugs', o NSAIDs, offrono benefici appena superiori ai placebo. " Gli antidolorifici non sono una risposta al dolore alla schiena" fanno sapere i ricercatori che aggiungono. . "I risultati mettono in luce la necessità urgente di sviluppare nuove terapie e di dedicare più attenzione alla prevenzione" aggiungono. L'attività regolare aiuta a tenere lontano il dolore alla schiena e le persone dovrebbero scegliere l'esercizio che piace loro di più. Quando il dolore colpisce, di solito scompare antro un paio di settimane, ma se persiste, gli studiosi raccomandano la fisioterapia". Un consulto medico, come sempre, resta la soluzione più indicata

Frecce

Video Frecce Tricolori

 

Frecce Tricolori a Forte dei Marmi Guarda Ora

La Versilia e'...

La Versilia e'...


Informazioni sulla Versilia Guarda Ora

LaBottega

 

Cantine Basile

Ristorante il Piccolo Principe

BCC Versilia

Login or Register

Facebook user?

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla