Viviversilia

A+ A A-

" La storia di Viareggio": successo per il libro di Marco Pomella

Vota questo articolo
(1 Vota)

La Storia di Viareggio è un viaggio in dieci capitoli alla scoperta della città del Carnevale, del turismo e della cantieristica navale.

 

Ma Viareggio è anche molto altro. Fin dalle origini quella di Viareggio è la storia della lotta dell’uomo con la natura. Mare e palude, ricchezza e pericolo.

 

Qui si muovono i primi uomini del Paleolitico, poi gli etruschi e i romani. Nel 1172 viene realizzata una prima costruzione sulla spiaggia che ha lo scopo di proteggerla dagli attacchi dei nemici. Il Castello di Viareggio sarà rinforzato a più riprese per contrastare gli assalti dei pirati, e la Torre Matilde sarà usata come prigione.

 

Il volume “La Storia di Viareggio, dalla preistoria ai giorni nostri” (Typimedia Editore, 13,90 euro 224 pp.) a cura di Marco Pomella con il coordinamento editoriale di Simona Dolce arriva dopo il successo straordinario di vendita e critica dei libri dedicati ai quartieri di Roma, dal Trieste Salario a Prati, da Montesacro a Ostia. Il libro descrive personaggi come Maria Luisa di Borbone che volle la costruzione della prima darsena; Carlo Ludovico che dà il via al primo stabilimento balneare; il poeta Shelley che qui muore dopo un tremendo naufragio; il compositore Giacomo Puccini che elegge Torre del Lago come sua residenza.

 

E sempre il mare torna a fare da sfondo essenziale alle storie. Nasce qui la cantieristica navale. Nascono il Carnevale, le maschere del Burlamacco e Ondina, e i primi stabilimenti balneari. Fiorisce il Liberty.

 

La Storia di Viareggio narra luci e ombre nel periodo tra le due Guerre.

Il 1917, l’anno dell’incendio della Passeggiata. Il 1920, l’anno della rivolta anarchica, e il 1921, quando vengono uccisi Nieri e Paolini, e poi le imprese di Adone del Cima e quelle dell’Artiglio, la nascita del Premio Viareggio, la villa di Galeazzo Ciano, genero del Duce.

 

Città di impegno civile. A Viareggio si muovono i coraggiosi partigiani come Manfredo Bertini, Vera Vassale, Ciro Bertini e Didala Ghilarducci.

 

Ma anche città di svago e divertimento, quando Viareggio è la “capitale” ideale della Versilia Ruggente degli anni ’60.

 

Dal calcio al cinema, dalla musica all’architettura, il libro svela il filo rosso che lega le grandi storie e i protagonisti a questi luoghi.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Frecce

Video Frecce Tricolori

 

Frecce Tricolori a Forte dei Marmi Guarda Ora

La Versilia e'...

La Versilia e'...


Informazioni sulla Versilia Guarda Ora

LaBottega

 

Cantine Basile

Ristorante il Piccolo Principe

BCC Versilia

Login or Register

Facebook user?

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla