Viviversilia

A+ A A-

Seravezza capofila di un progetto culturale europeo fra i giovani

Musica come strumento d’integrazione fra i giovani. È la sintesi del progetto europeo I.COM, che nell’arco di due anni mobiliterà quasi duecento ragazzi di età compresa fra i dodici e i diciotto anni in sette Paesi del Vecchio Continente. Seravezza sarà città capofila. Spetterà infatti alla Fondazione Terre Medicee il compito di coordinare il lavoro dei nove partner internazionali coinvolti e di sovrintendere alla gestione finanziaria del progetto, che può contare su un budget complessivo di circa 832 mila euro, finanziato quasi per intero dalla Commissione Europea. «Un incarico di grande responsabilità e, al tempo stesso, un riconoscimento prestigioso che rafforza il nostro percorso di crescita e di visibilità in ambito culturale», commenta il sindaco Riccardo Tarabella.

I.COM è un progetto pilota che fa dell’espressione musicale lo strumento per facilitare la comunicazione fra i giovani, promuovendo l’integrazione e combattendo gli stereotipi culturali, in particolare nei confronti dei migranti. A livello operativo si svilupperà in ognuno dei sette Paesi con l’organizzazione di workshop finalizzati all’allestimento di spettacoli musicali. Ad ogni laboratorio parteciperanno venticinque giovani, migranti e non, che sperimenteranno anche la realizzazione e la direzione di una web radio. Previste inoltre giornate locali di sensibilizzazione nelle scuole, seminari informativi per autorità locali e regionali, la produzione di un CD musicale, un documentario, una mostra fotografica, un sito web. La Fondazione Terre Medicee svilupperà il proprio progetto in diretta collaborazione con le scuole del territorio. I partner europei sono il Comune spagnolo di Cenes de la Vega, la Maison de La Culture di Molenbeek, in Belgio, l’Organizace Pro Pomoc Uprchlikum di Kovarska, in Repubblica Ceca, il Kisa-Action for equality support antiracism di Nicosia, Cipro, e l’Ars Council Malta della Valletta. Collaboreranno inoltre, con funzioni di supporto tecnico, il Dipartimento di medicina e clinica sperimentale dell’Università di Pisa, Alfea Cinematografica di Pisa, la Dublin Technological University di Dublino, in Irlanda, e il Pluralis ASBL di Rixensart, Belgio.

Le attività interesseranno il biennio 2019-2020. «Siamo partiti il 18 dicembre scorso con un incontro tecnico a Palazzo Mediceo e chiuderemo nel novembre dell’anno prossimo ancora a Seravezza con le delegazioni di tutte le città coinvolte», spiega il direttore della Fondazione Terre Medicee Franco Carli. «Più recentemente siamo stati a Bruxelles per la presentazione ufficiale del progetto e a breve, con due sessioni a Dublino e a Praga, definiremo il metodo di lavoro condiviso. Poi ogni Paese opererà autonomamente sui workshop e sulle altre attività previste. La Commissione Europea ci ha riservato la maggior quota del finanziamento – circa 217 mila euro – perché a noi competerà il coordinamento e il controllo dei risultati complessivi, anche sotto il profilo finanziario».

La Fondazione Terre Medicee potrà contare sull’esperienza maturata anni fa nel progetto europeo OperaQ, orientato anch’esso all’integrazione, in quel caso attraverso i linguaggi del teatro. «In quell’occasione fummo semplici partner, mentre oggi ci viene affidata la guida del progetto», spiega l’assessore alla promozione e valorizzazione del territorio Giacomo Genovesi. «Un passo avanti che interpretiamo come un tangibile riconoscimento, da parte delle autorità europee, del nostro impegno e della qualità del lavoro svolto. Essere al centro di un progetto pilota di questa portata, suscettibile di essere poi rifinanziato e replicato in altri Paesi, è per noi un motivo d’orgoglio. Ci dà la misura non solo del livello di competenza raggiunto dalla nostra Fondazione, ma anche delle grandi potenzialità del nostro Comune. E ci stimola a lavorare ancora e sempre con questo metodo – riassunto nella formula “Distretto Culturale” –, promuovendo sempre più le connessioni e le collaborazioni fra oggetti e soggetti culturali del territorio».

Devi effettuare il login per inviare commenti

Frecce

Video Frecce Tricolori

 

Frecce Tricolori a Forte dei Marmi Guarda Ora

La Versilia e'...

La Versilia e'...


Informazioni sulla Versilia Guarda Ora

LaBottega

 

Cantine Basile

Ristorante il Piccolo Principe

BCC Versilia

Login or Register

Facebook user?

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla